Etichettato: san giorgio di nogaro

Una lettera che solleva qualche perplessità – Sull’assemblea del 14/03, parte II

Ci eravamo chiesti come sarebbe stato possibile che i cittadini potessero formulare osservazioni in merito ad un progetto di cui fino a poco più di un mese fa neppure la giunta comunale ne sapeva un granché. Da quello che ci viene riferito, la proposta del progetto TAV riguardante Gonars sarebbe arrivato solamente nel mese di gennaio sui tavoli degli amministratori comunali. È chiaro come non risultasse facile effettuare un’analisi nel breve tempo a disposizione, considerando che la scadenza per presentare osservazioni in merito sarebbe dovuta essere a fine febbraio. È per questo motivo che nel precedente incontro intercomunale di Bagnaria, l’assessore regionale Riccardi annunciò di posticipare il termine previsto dalla legge, anche se non si è ben capito a quando, ne’ tanto meno se ne avesse avuto la facoltà. Comunque, se è vero che l’assemblea di Fauglis sia stata organizzata per raccogliere il parere dei cittadini è altresì vero che il Comune aveva già inviato in Regione una serie di osservazioni a riguardo. Proprio su questo argomento il capogruppo della minoranza Cignola, esprime sbalordimento, affermando di non esserne stato a conoscenza. L’assessore Boemo spiega che la scelta è stata effettuata come forma di tutela, mentre il Sindaco rassicura che ogni decisione verrà portata in consiglio. Ora è lecito chiedersi in cosa consista questa tutela. È evidente che agendo così, la giunta non abbia la piena certezza che le future osservazioni vengano prese in considerazione dalla Regione, venendo ad essere formulate solo dopo la data ufficiale di presentazione. A questo punto ci piacerebbe veramente capire se l’assessore regionale Riccardi avesse avuto l’effettivo potere di posticipare le date, cosa messa in dubbio anche da alcune persone intervenute nel corso dell’assemblea.

Annunci

Trenitalia risponde sulla stazione di San Giorgio di Nogaro

In seguito al post “Ecchimosi prodotte da gomitate sul distributore” del 3 febbraio 2011, inviammo una mail a Trenitalia in merito alle disfunzioni dell’emittitrice automatica nella stazione della stazione di San Giorgio di Nogaro. Il messaggio, che secondo i parametri richiesti dal loro sito poteva contenere il limite massimo di 1000 caratteri, era il seguente:

Segnalo che da almeno due anni l’unica biglietteria automatica della stazione di San Giorgio di Nogaro è spesso guasta (sicuramente almeno una volta ogni due settimane). Considerando che il servizio di emissione della biglietteria dallo sportello con personale addetto sia assente da almeno quattro anni, faccio notare i frequenti disagi provocati a una grossa fetta di passeggeri delle tratte San Giorgio N.-Trieste e San Giorgio di N.-Venezia. Non è possibile installare una nuova biglietteria che permetta ai clienti Trenitalia d’evitare la costante ricerca di un controllore a bordo treno, magari trascinando pesanti valigie tra le carrozze sul mezzo di locomozione? Inoltre, i guasti agli emettitori provocano sovente la perdita di quantità rilevanti di denaro,che non vengono restituite ai malcapitati, vista la mancanza di prove a carico, nonché la suddetta assenza di personale allo sportello. Non essendo la prima persona a sporgere tale reclamo,vorrei sapere che misure intendete prendere.

Or dunque ecco la loro risposta:

Gentile Cliente,
rispondo alla sua segnalazione relativa al mancato funzionamento dell’emettitrice automatica di biglietti installata nella stazione di S. Giorgio di Nogaro ed alla conseguente difficoltà di acquistare il biglietto di viaggio.
Spiacente per il disagio da lei sopportato, desidero tuttavia fare alcune precisazioni. Proprio per agevolare la clientela nell’acquisto dei biglietti di viaggio la nostra Azienda, oltre all’apertura di biglietterie di sportello ed automatiche, ha autorizzato la vendita di prodotti ferroviari anche in alcuni esercizi pubblici presenti sul territorio quali bar ed edicole; la stazione di S. Giorgio di Nogaro è servita, oltre che dall’emettitrice automatica di stazione, anche da altri 2 punti di vendita (Bar alla Posta in via Roma 30 e Foto-Tabacchi n. 2 in via di Montegnacco 1).
Da non sottovalutare inoltre l’opportunità offerta da Trenitalia di acquistare biglietti, da utilizzare sui treni del trasporto regionale, tramite il sito www.trenitalia.it (Orari e acquisto- Abbonamento e biglietto regionale online) che permette di stampare direttamente dal proprio PC il biglietto, in formato pdf, già convalidato.
Da ultimo, mi permetto di informarla che nel caso di mancata consegna del biglietto o ricevuta di credito oppure di mancata restituzione di denaro, è possibile richiedere quanto di propria spettanza compilando e consegnando l’apposito modulo (Richiesta Rimborso per anomalo funzionamento ETF 500/501) presso una qualsiasi biglietteria di sportello.
Confidando di poter continuare ad annoverarla tra i nostri clienti, porgo distinti saluti.

Il presente reclamo e’stato gestito da:
Divisione Passeggeri Regionale Direzione Regionale Friuli Venezia Giulia – Il Direttore
Mario Pettenella

Non vedo l’ora di compilare e consegnare l’apposito modulo “Richiesta Rimborso per anomalo funzionamento ETF 500/501” per richiedere indietro il mio un euro…!

Assemblea sulla TAV il 26 febbraio

Sabato 26 febbraio alle ore 10:00 presso la palestra di Bagnaria Arsa si terrà un’incontro riguardante il tema della TAV nella provincia di Udine. L’assemblea pubblica è stata organizzata in vista del termine, fissato per il 28 febbraio, per presentare osservazioni riguardo all’opera. Dopo l’intervento degli esperti si svolgerà una discussione pubblica a cui tutti potranno partecipare dicendo ciò che pensano o chiedendo ulteriori spiegazioni.
Ricordiamo che, nonostante la linea ferroviaria ad alta velocità principale interessi i comuni di Porpetto, San Giorgio di Nogaro, Torviscosa e Bagnaria Arsa, il comune di Gonars è interessato dal progetto in quanto, tra l’autostrada A4 e la località di Bordiga, passerà lo svincolo che collega la linea principale con la stazione di Palmanova. Nel sito di Legambiente del Friuli Venezia Giulia, di seguito riportato, trovate le tavole di progetto (Cartografia TAV 2/2 è quella che riguarda anche il comune di Gonars).

http://www.legambiente.fvg.it/pagine/1/news_sel.php?RECORD_KEY%28news%29=id&id(news)=626

altri link utili:

http://www.wwf.it/client/ricerca.aspx?root=26911&parent=14636&content=1

http://www.info-action.net/index.php?option=com_content&view=article&id=828:notav-iniziative-dei-comitati-della-bassa-friulana&catid=82:noi