Etichettato: Consiglio Comunale

Il Consiglio visto da noi – 17/02/2011

A partire da ieri sera la redazione di Corsia d’Emergenza inizia a seguire i consigli comunali. Tratteremo in questa piccola rubrica mensile gli argomenti che riteniamo di maggiore interesse per la popolazione, e almeno in questa occasione pubblichiamo gli SMS dal Consiglio: cronistoria ironica di quanto accaduto durante la serata.

Sono stati sostanzialmente tre gli argomenti interessanti di ieri sera.
Il primo riguarda i costi della sede della Protezione Civile, iniziata dall’amministrazione precedente, i quali ammontano a ben 600.000€ di cui 350.000€ messi dalla Regione. L’attuale Amministrazione prevede di completare l’opera con il minimo delle spese per non lasciarla inutilizzata, rimane comunque la polemica per una struttura che pare del tutto sproporzionata rispetto alle esigenze di Gonars.
Il secondo nasce dalla domanda del consigliere Moretti, che vuole capire che progetti ci sono per i giovani, e quali sono, a Gonars, le strutture che gli sono state dedicate. Salta fuori che il “Progetto Giovani” dell’ambito di Cervignano si è definitivamente concluso, rimangono in piedi 2 iniziative: “Cittadinanza attiva” attraverso la quale quest’estate è stato organizzato un concerto di gruppi musicali giovanili a Ontagnano, e il “Nautilus” che è anch’esso un progetto itinerante. Per i giovani che vogliono aggregarsi in modo autonomo basta che chiedano al Comune una stanza. Altro non c’é almeno ufficialmente. Dispiace che un progetto in piedi ci sia e non ne venga tenuto conto. Il progetto si chiama “Corsia d’Emergenza” nasce con finalità di aggregazione giovanile su proposta di un gruppo di giovani. Nessuna proposta per incentivarlo, nonostante tutti ne siano a conoscenza.
Terzo e ultimo argomento: la Tav. Non ce lo aspettavamo e invece l’ultimo progetto prevede un tratto di 1200 metri all’interno del territorio gonarese. Una struttura mostruosa con una larghezza di 70 metri e un’altezza di 13 metri. Sebbene il tratto interessato non sia particolarmente lungo l’impatto visivo dalle parti di Bordiga potrebbe essere a dir poco inquietante.
Il Sindaco ha promesso un incontro con gli ingegneri di RFI (Rete Ferrovie Italiane). Sarebbe auspicabile una massiccia presenza della popolazione in tale occasione. Noi siamo comunque pronti a seguire la vicenda e dare quante più informazioni possibili a riguardo.

Annunci