SMS dal Consiglio – 30/09/2011

Quarta edizione della rubrica più seguita del blog di sore, con una novità: il sondaggio finale.

20.07: inizia il consiglio, io e keko colti di sorpresa stabiliamo a pari e dispari chi scrive cosa: alla fine le macacadis le scrivo io.

20.08: Corsia d’Emergenza subito chiamata in causa dal Sindaco sulle modalità di pubblicazione dei file audio dei consigli sul sito del Comune. L’onore di intervenire in un consiglio comunale anche se solo con la frase “no, no mi sembra tutto a posto…”

20.26: Martellossi apre le domande chiedendo il permesso al Sindaco con un insolita timidezza. Il Sindaco sembra spiazzato da questo fatto.

20.31: parlando di acqua e acquedotti viene fuori che il responsabile è un certo dott. Canali. Facile ironia tra i banchi della maggioranza.

20.50: nel giro di pochi secondi il Sindaco riesca ad utilizzare 2 vocaboli particolari come onta e arabattati.

20.52: non contento di averci stupiti con questi vocaboli il Sindaco afferma che “Il futuro è sulle ginocchia di Giove”.

21.05: L’assessore Budai si mette in competizione con il Sindaco per il detto popolare meno utilizzato della storia: “Prima soldi poi cammello”.

21.35: votazione sulla variazione di bilancio: vince la maggioranza. Avevate qualche dubbio in proposito?

22.00: La casetta dello Zio Tom crea sempre scompiglio soprattutto tra il pubblico, si parla di usare il lanciafiamme e cose del genere…

22.07: Boemo spiega a gesti la nuova posizione della rotonda di Ontagnano, e la sua mimica si rivela inspiegabilmente più chiara dei progetti stessi.

22.13: momento blasfemo del pubblico: si inventano bestemmie legate al porfido che mi guardo bene dal riproporvi.

22.14: temi agresti: si discute sullo sfalcio dell’erba.

22.24: la segretaria comunale interviene più volte a difendere l’operato dell’amministrazione, non si capisce se è lei che è di parte o è Cignola che sta chiedendo cose ovvie, a noi non importa questo, ciò che sarebbe bene ora è che non parlasse con la gomma da masticare in bocca. E insomma, c’é il tavolo, la appiccichi sotto un attimo, che sarà mai…

22.27: la segretaria si è definitivamente sostituita alla maggioranza nell’interloquire con l’opposizione.

22.30: aria allegra tra il pubblico che ha perso il filo del discorso da mo’, si ride, si scherza, ci si dà pacche sulle spalle, manca solo il vino e il salame.

22.35: il Sindaco fa segno alla segretaria che stava per intervenire di nuovo come per dire: fai parlare un po’ anche l’assessore se no lo teniamo li solo a prendere polvere…

22.45: sembrava una gara interna alla maggioranza ma anche Martellossi entra in competizione per la frase più trasgressiva della serata affermando: “non facciamo le cose a babbo morto!”

22.49: intervento di Cignola sulla possibilità che le luci a led siano nocive.

22.50: Budai ci fa sapere che una persona vestita di un certo colore illuminata con luce al led di 1^ generazione diventa invisibile alle persone anziane. (non diciamo qual è colore per evitare che andiate a far scherzi ai vostri nonni)

23.04: la parola del giorno è idrochinesiterapia. Pronunciata dal consigliere Moretti e ignorata da molti (compreso me), questa parola pare essere per il Sindaco come la kriptonite per Superman visto che il Sindaco non sta riuscendo nel suo intento di portare a Gonars questa attività.

23.06: nuove aiuole a Fauglis: per Boemo 3000€ spesi bene perché c’è un risparmio sul taglio dell’erba, per cui si faranno così anche a Gonars. E subito parte la petizione tra il pubblico per non averle, o almeno per non metterci i sassi colorati.

23.09: annuncio delle grandi pulizie di Gonars per la visita della moglie del presidente sloveno Turk, si parla di dare una pulita con l’idropulitrice al municipio per esempio.

23.45: Martellossi incontrastato vince il premio per chi si spiega peggio le cose questa sera, e sbagliare l’accento della parola rogito non lo aiuta di certo.

0.00: il Sindaco chiude il consiglio comunale a velocità doppia rispetto al solito e la maggior parte dei presenti si alza ed esce sempre a velocità doppia. Tutto ciò coglie di sorpresa me e keko che da un momento all’altro ci troviamo quasi da soli nella stanza.

0.10: fuori dal municipio incontriamo di nuovo il Sindaco che afferma che noi di Corsia d’Emergenza siamo furbi. Su questo non possiamo dargli torto ma forse per lui ha un’accezione diversa…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...