Napolitano scopre i giovani

Le manifestazioni studentesche non avranno fermato l’approvazione del decreto Gelmini ma un effetto positivo l’hanno sicuramente avuto, e questo potrebbe avere risvolti ancora più importanti. Il fatto che il Presidente della Repubblica si sia accorto che in Italia, non solo ci siano dei giovani, ma che questi siano addirittura di fondamentale importanza per il paese ci fa sperare. Napolitano infatti, nel suo discorso, fa un richiamo deciso al mondo politico affinché ci sia più dialogo con la popolazione ed in particolare con i più giovani, che vengono visti come il futuro del paese. Concetti questi che stanno alla base della democrazia, e di cui, negli ultimi tempi, questa Italia in cui il potere è nelle mani dei vecchi si è scordata. A prescindere dal fatto che delle idee possano essere giuste o sbagliate, queste vanno prese in considerazione, che le esprima uno studente, un operaio o un grande imprenditore.
Un invito al dialogo e all’ascolto reciproco dunque il fulcro del discorso del Capo dello Stato, senza i quali non è possibile progredire e senza i quali la democrazia è assente.
Unica cosa che mi lascia perplesso è il fatto che si sia dovuto passare attraverso azioni eclatanti, come manifestazioni blocchi della circolazione, perché qualcuno si accorgesse che i giovani non venivano ascoltati.
Comunque sia, quel che oggi ci interessa è che qualcosa si sia mosso, e una voce autorevole si sia alzata a tutela della libera espressione delle idee e della partecipazione politica della popolazione. Noi di Corsia d’Emergenza, che tra i nostri obiettivi abbiamo quello di offrire una possibilità ai giovani di esprimere le proprie idee, non possiamo che augurarci che queste parole vengano recepite da chi di dovere e non restino solo delle belle parole che non trovano riscontro nella realtà.
Colgo inoltre l’occasione per fare a tutti i nostri lettori i migliori auguri di un buon 2011 da parte di tutta la redazione.

Annunci

  1. Tramut

    pero’ con le vacanze nessuno ha protestato piu@… alle ferie non si rinuncia. Se fossero state proteste di prinipio si sarebbero svolte anche durante le vancanze… o no?

    • albertofabio

      Tutti meritano una pausa… 😉
      comunque penso che visto che le proteste erano finalizzate a bloccare il decreto, una volta che questo è stato approvato le proteste si sono fermate perché non avrebbero cambiato nulla…
      N.B. Visto che sono l’autore del post e mi arriva la notifica della pubblicazione di commenti con la mail di chi li pubblica, e dubito alquanto che tu sia Giulio Tremonti, a cui invece arriverà la notifica della mia risposta, invito te e chiunque voglia esprimere un’opinione su questo blog a non rimanere anonimi dando nomi e e-mail falsi, non bisogna aver paura di esprimere le proprie idee anche se sono diverse o in contrasto con quelle degli altri

  2. David Benvenuto

    Ah Ah! Intervengo qui anche se non c’entra niente!
    Sul Dibattito Morsanese hanno eletto il morsanese dell’anno e chi è…? Il Sindaco di Gonars!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...